Come rendere accogliente l’ambiente di lavoro

Un ambiente di lavoro confortevole non solo migliora il morale personale, ma ha anche il potere di aumentare produttività ed efficienza. Organizzare l’ufficio in modo funzionale, efficiente e piacevole favorisce il benessere di chi ci lavora e, in certi casi, può persino incentivare la creatività e lo sviluppo di nuove idee. Ecco qualche spunto per rendere più accogliente lo spazio dove trascorrete gran parte del vostro tempo.

Che si lavori a casa o in ufficio, le ore passate seduti a una scrivania per molti costituiscono la maggior parte della giornata. Perché non provare a trasformare il lavoro in un’esperienza piacevole? L’ambiente circostante influisce molto su morale e motivazione personale, ma anche sul livello di efficienza e produttività della persona.

Uno spazio ben organizzato, arredato con cognizione di causa e con la giusta attenzione all’aspetto estetico può davvero fare la differenza. Chi l’ha detto che “funzionale” debba essere per forza sinonimo di “triste e spoglio”?

 

Ecco 5 indicazioni per migliorare l’ambiente di lavoro e creare un ufficio più confortevole:

 

1.Illuminazione

L’ufficio ideale dovrebbe essere illuminato da molta luce naturale, con grandi finestre per lasciar entrare più luce possibile. Purtroppo però non è sempre possibile, quindi bisogna escogitare delle alternative.

La presenza di una lampada sulla scrivania è essenziale, e anche una fonte di luce dall’alto aiuta a diffondere una luminosità omogenea per sostituire la luce naturale. Pensateci: il sole non influisce positivamente sul vostro umore? In mancanza di luce solare si può provare a creare una situazione equivalente.

 

2.Ordine

Può sembrare un consiglio banale, ma non lo è. Uno spazio ordinato e organizzato riflette anche un ordine mentale. Se sapete dove andare a cercare le cose eviterete di perdere tempo inutilmente. Scaffali, librerie, armadietti: ad ogni cosa il suo posto. Cercate di tenere a portata di mano ciò che utilizzate quotidianamente e riservate uno spazio meno accessibile a documenti e oggetti più delicati o di uso meno frequente.

 

3.Colori

La scelta dei colori non va presa alla leggera. L’influenza dei colori sugli stati d’animo è dimostrata da diversi studi: blu e azzurro trasmettono calma e relax, il verde comunica forza ed equilibrio, il giallo e l’arancione stimolano la creatività e le capacità motorie. Valutate attentamente quali cromie si adattano meglio alla vostra attività lavorativa e cercate di scegliere le tonalità che possono agevolare di più i dipendenti.

 

4.Personalizzare

Un tocco personale è fondamentale per sentirsi a proprio agio. Fotografie, poster motivazionali come fonte di ispirazione, paesaggi naturali per rilassare la mente: scegliete qualcosa che vi definisca e in cui vi identificate. Vi sentirete più a casa e sarete più produttivi.

 

5.Postazione di lavoro

Una sedia comoda e una scrivania ordinata sono dei must. Investite qualche euro in più per acquistare una sedia ergonomica, che favorisca una postura corretta adattandosi alla vostra fisicità. Dovrete trascorrerci molte ore e la vostra schiena ringrazierà.

Anche la scrivania va scelta con cura. Deve essere abbastanza spaziosa, funzionale e dell’altezza giusta. Tenete sul piano solo ciò che è davvero essenziale ed eliminate il superfluo. Gli elementi decorativi riservateli alle pareti, cercando di tenere la scrivania pulita e ordinata.

 

 

Consiglio bonus:

Iniziate la giornata facendo qualcosa che vi piace. La prima cosa che fate dovrebbe essere bella, divertente e piacevole: prendete un caffé con un amico, ascoltate la vostra canzone preferita, fate jogging o una passeggiata al parco con il vostro cane. Arriverete in ufficio di buonumore e anche questo migliorerà l’ambiente di lavoro.